Persona 4 Arena Giovani appassionati La storia di uno dei migliori JRPG di tutti i tempi continua

Persona 4 Arena Giovani appassionati

Persona 4 arena La storia di uno dei migliori JRPG di tutti i tempi continua in un gioco di combattimento firmato dai creatori di BlazBlue

Persona 4 arena La localizzazione di Persona 4: Arena è stata una vera odissea. La versione console del gioco viene fuori nel luglio del 2012 in Giappone, più di sei mesi dopo in Nord America (febbraio 2013, per l’esattezza Persona 4 arena) e solo a metà maggio in Europa Persona 4 Arena, dopo una serie di ritardi che hanno fatto i tifosi andare su tutte le furie. Il nervosismo, però, è stata ampiamente giustificata da due motivi: in primo luogo, di rilasciare un gioco di combattimento tanti mesi dopo il rilascio originale significa trovare una comunità deve essere molto meno numerose e meno competitivo, e la seconda, Persona 4: Arena è stato il primo disco regione-locked per la console Sony, che impediva ai giocatori più entusiasta e meno pazienti per importare il gioco in un americano o anche giapponese. Chiedere scusa più e più volte attraverso la loro pagina di Facebook, i ragazzi di Zen United finalmente riusciti a portare una delle città europee più coraggioso di scommesse Atlus Persona 4 arena: fare un gioco di combattimento del sequel di uno dei JRPG più acclamati degli ultimi anni Persona 4 arena.

140041_jpeg_960x540_crop_upscale_q85

A proposito di tempo che non ci vediamo Persona 4 arena

Persona 4 arena In realtà non è la prima volta che il genere JRPG e quella di combattere si fondono in un’unica entità: i più appassionati ricorderanno forse Ehrgeiz per PSOne, che è apparso in alcuni dei personaggi di Final Fantasy VII, e tutti certamente sanno della serie Dissidia Final Fantasy per PSP, dove se il danno botte i principali eroi e antagonisti del franchise storico targato Square Enix. Persona 4: Arena, però, è qualcosa di fondamentalmente diverso, perché propone una trama che non è solo una scusa squallido per servire il gameplay, ma una storia attenta e coerente, che serve come il sequel ufficiale di Persona 4 e, probabilmente, ci dà anche un po ‘di indizi sul futuro della saga e la persona infame 5 di cui ancora non sappiamo nulla. La storia si svolge due mesi dopo la fine di Persona 4, il JRPG per PlayStation 2 nel 2008, ha recentemente proposto in una splendida edizione per PlayStation Vita: Yu Narukami, il protagonista della precedente avventura (qui doppiato e caratterizzato sulla base del serie animata) sta tornando nella città adorabile di Inaba per trascorrere Golden Week in compagnia di amici con i quali ha praticamente salvato il mondo. Al suo arrivo, tuttavia, ci sono due problemi: in primo luogo, alcuni suoi amici sono scomparsi nel nulla, e il secondo, il canale di mezzanotte, cioè, la dimensione misteriosa “televisiva” che gli aveva dato così tanti problemi, si guarda indietro in onda. Yu e altri sono così costretti a tornare in azione per scoprire cosa sta succedendo, e si trovano coinvolti in una sorta di torneo ad eliminazione diretta che sembra essere stato creato da una versione vizioso di Teddie divertente. Come se ciò non bastasse, un misterioso potere altera la realtà, costringendo i nostri eroi ad affrontare le loro peggiori paure. Alla battaglia è affiancato dal robot Aigis, Mitsuru il Akihiko glaciale e sportivo: tre persone che hanno giocato Persona 3 che ti conoscono bene e che gettano un altro po ‘di luce su l’universo di Persona. La storia è raccontata attraverso una serie infinita di testi, numerose illustrazioni e alcune cutscene animate: la modalità Storia è fondamentalmente un lungo romanzo intermezzata visivo rapido combattimenti in single match, raccontata in prima persona da ogni personaggio Persona 4 arena. Gli eventi tendono a intrecciarsi e ripetersi, offrendo nuovi punti di vista e ulteriori dettagli sull’intricata vicenda, e non vi è alcuna carenza di forcelle che portano a dialoghi opzionali e finali alternativi. Che hanno giocato il BlazBlue Arc System Works saprà più o meno cosa aspettarsi, anche se la progressione in campagna, in questo caso, è molto più lineare e meno frustrante. Per completare ogni scenario al cento per cento è necessaria quantità davvero generoso di ore, ma si ammette che la lettura e l’ascolto di centinaia di testi, come ben scritto e parlato in inglese, a lungo andare può essere un po ‘noioso: è meglio la dose l’esperienza a poco a poco, e si dedicano alla modalità arcade tradizionale se si vuole affrontare una lunga sessione in single-player Persona 4 arena.

persona-4-arena_2012_07-23-12_015_jpg_640x360_upscale_q85

SEI I. .. E io sono te … Persona 4 arena

La modalità Arcade, la storia e l’opzione inevitabile di formazione non sono certamente le uniche opzioni disponibili per i giocatori solitari. Il Score Attack, per esempio, ci sfida ad accumulare più punti possibili prima di perdere una partita. La modalità di lezione ci insegna le basi del gioco, passo dopo passo Persona 4 arena. Molto più interessante, invece, la modalità Sfida: qui siamo di fronte a nulla di particolarmente originale, è la modalità tipica che ci impone di ripetere una certa sequenza di attacchi normali e speciali per formare combo che stanno diventando sempre più complicata e proibitivo. E ‘il classico uno dei componenti del moderno gioco di combattimento che delizierà i geek e causerà una crisi di nervi utenti meno abituati al virtuosismo del joypad o joystick. E ‘ancora un ottimo modo per migliorare il loro stile di gioco e scoprire quale personaggio più divertente da usare. In questo senso, Persona 4: Arena apparentemente non offre una grande varietà: i caratteri disponibili da subito sono solo dodici anni, quasi la metà rispetto a quanto offerto da l’ultima versione di BlazBlue, per non parlare di altri ancora combattendo la più famosa. In realtà, i combattenti di Persona 4: Arena sono così diversi come stili di combattimento e la meccanica che serviranno diverse ore per imparare a giocare tutti perfettamente e, quindi, si sente davvero il bisogno di un po ‘di po’ di più carattere, per non parlare che il equilibrio del roster è praticamente perfetto. Nessun personaggio è apparso a noi molto più forte rispetto agli altri, e ognuno di loro ha qualcosa di diverso da dire che i suoi compagni di battaglia. Arc System Works è ancora una volta conferma insegnante nella progettazione meccanica interessante e particolare che può essere affrontato a vari livelli. In questo caso, la meccanica generale che unisce tutti i personaggi è, naturalmente, la persona. Chi ha giocato di combattimenti de JoJo Bizarre Adventure Capcom più o meno può avere un’idea di cosa aspettarsi: ogni personaggio ha infatti quattro attacchi di base, due fisici e due gestiti da sua persona, uno spirito che appare e scompare all’interno di scioperi pochi istanti. Con un po ‘di tempo è quindi possibile intrappolare un avversario in una morsa combo eseguite simultaneamente dal suo carattere e la sua persona, forse punteggiato da mosse speciali e super mosse, qui chiamati SP Skill. L’Abilità SP, così come uccidere le istantaneo e praticamente qualsiasi altra tecnica offensiva e difensiva, consumano l’indicatore tradizionale che riempie ogni colpo inferto o ricevuto. Grazie alla semplicità dei comandi e l’uso intuitivo del sistema di combattimento veloce, Persona 4: Arena appare subito un gioco molto facile da usare; Arc System Works ha anche incluso una semplice combo che termina con una abilità SP automaticamente e richiede di premere un solo pulsante, solo per avvantaggiare i giocatori alle prime armi. Un combattimento semplice e poco profondo, poi? Sì, giusto Persona 4 arena.

Persona 4: The Ultimate Mayonaka Arena – Gameplay Trailer Persona 4 arena

PlayStation 3 Trofei Persona 4 arena

La lunga lista di trofei includono 42 bronzo, 5 argento, tre d’oro e finitura platino. Siamo di fronte ad un gioco di combattimento, poi sbloccarli tutti non sarà facile: completiamo le varie modalità di gioco con praticamente tutti i caratteri o eseguire manovre speciali difensiva e offensiva di un certo numero di volte. Non è solo l’abilità, ma anche la perseveranza!

 

IL CANALE DEL BARILE Persona 4 arena

Persona 4 arena E ‘solo la modalità Lesson, quarantasei punti, a rivelare che Persona 4: Arena, con il suo roster limitato, la sua combo automatica ei suoi quattro attacchi di base, nasconde una profondità e una complessità davvero eccezionale. L’elenco delle mosse speciali dei personaggi, che sono simili a correre un po ‘tutti, graffi solo la superficie: come abbiamo detto, ognuno di loro svolge così drasticamente diverso dagli altri, ed è caratterizzata da una serie di caratteristiche uniche che occhiolino Allo JRPG originale. Quasi ogni combattente è in grado di infliggere uno stato anomalo in modo diverso, il che significa che durante i combattimenti abbiamo anche gestire le condizioni di avvelenamento, paralisi, e di più, che possono rivelarsi fatali. Che cosa accadrebbe se, nel bel mezzo di una lotta, eravamo con la destra e sinistra invertite? E se l’avversario potrebbe infliggere una penalità che non siamo in grado di utilizzare le mosse speciali oppure chiamare la persona per alcuni secondi preziosi? Naoto, il detective maschile, può impostare le trappole che tengono il nemico invisibile da lontano con la sua pistola. Aigis è inarrestabile, ma in caso di esaurimento dei proiettili sono guai seri. Yukiko sembra essere la più debole del roster, ma far loro migliorare il livello dei suoi attacchi basati sul fuoco, e scatenare l’inferno Persona 4 arena. E questi sono solo alcuni esempi. Oltre alle loro caratteristiche uniche, i personaggi hanno anche accesso ad alcune manovre di attacco e di difesa, che la conoscenza può fare la differenza tra vittoria e sconfitta. Tra dodge, contatore, Guardia Break, colpi inarrestabili e proiezioni, c’è davvero qualcosa per tutti. E tutto questo, compresa la meccanica mutuate da Guilty Gear e BlazBlue, è stato ridisegnato in modo da apparire parte integrante dell’universo di Persona. C’è anche il famoso attacco a tutto campo, con una nube a forma di teschio. In questo senso, il lavoro svolto da Arc System Works è stato formidabile: già in stile netto e moderno menu, loghi e icone, sembra di essere tornato a giocare Persona 4. Gli sfondi riproducono alcuni dei luoghi più famosi della serie, e la colonna sonora di nuovo un notevole riarrangiamento di alcuni dei più famosi e popolari canzoni di Persona 3 e Persona 4, tra i quali una splendida Aria blues, del soul, del tema della Velvet Room. I veri protagonisti, però, sono gli sprite bidimensionali, confermando ancora una volta il talento eccezionale di Arc System Works, grazie alla qualità e alla quantità di dettagli e animazioni. Persona 4: Arena, in breve, è una vera gioia per le orecchie e gli occhi, e uno dei più visivamente splendido gioco di combattimento a due dimensioni sul mercato Persona 4 arena.

Previous Entries Cold Fusion - IL TERRORE NEL BUIO! Next Entries Persona 4 arena review YOUNG LOVERS The story of one of the best JRPG of all time continues