Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Tutte le Novità

IL SIMPSON DI Total War: Rome II

Incontrato di persona durante un evento dedicato alla Rome II abbiamo chiacchierato a lungo con il creatore della serie Total War, Michael Simpson Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War

IL SIMPSON DI Total War: Rome II Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War

Michael Simpson novità total war rome II
Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War – Solo una settimana fa vi abbiamo parlato della nostra sessione di gioco a lungo in compagnia di Roma II: Total War grazie ad un evento organizzato da The Creative Assembly e SEGA, rispettivamente sviluppatore e publisher del sequel, proprio nella capitale della nostra nazione, per la precisione a Cinecittà novità total war rome II. In quell’occasione abbiamo avuto l’incredibile opportunità di sedersi, letteralmente, con Michael Simpson, direttore creativo e la figura storica della software house che ha avuto l’idea geniale, nel 2000, per progettare la serie Total War e impostare in azienda di un piccolo numero di persone, il primo prototipo funzionante della strategia originaria. Tutto il resto è storia, con otto diversi titoli ambientati nell’universo della serie è un futuro molto roseo per lo sviluppatore. All’ombra di un tempio dedicato a novità total war rome II Minerva falso e costruito in uno strano mix di cartapesta e legno abbiamo intrapreso una lunga chiacchierata con Michael e il risultato è un botta e risposta che si può leggere nelle prossime righe, e che ha ci ha permesso di scoprire numerose voci circa la serie, la sua genesi e il suo futuro e lo sfondo diverso anche sui tentativi di The Creative Assembly per arrivare su console novità total war rome II.

Total War: Rome II – Videoanteprima Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War

Novità Total War Rome II - Intervista Michael Simpson Novità Total War

Total War: Rome II – Videoanteprima Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War

 

Novità Total War Rome II - Intervista Michael Simpson Novità Total War

novità total war rome II twittalo! Roma II si rivela con la nostra intervista con Michael Simpson, una figura chiave di The Creative Assembly
Sei considerato la forza trainante elemento in The Creative Assembly che ha permesso la creazione della serie Total War …
Esatto … sì, mi sono iscritto creativa in cinque quando eravamo appena appena per impostare il gruppo di lavoro sul Total War novità total war rome II. Ci sono praticamente dall’inizio.

novità total war rome II Guardando indietro … e ti consideri soddisfatto di quello che è diventato la serie?

Sì, assolutamente. Anche dopo tutti questi anni non sono ancora annoiato, anche se lui sta sviluppando giochi per molto tempo … Ora sono 30 anni. E penso che i loro titoli della serie sono la cosa migliore che abbia mai fatto. Mi chiederete perché io li considero come tale. Beh perché richiedono uno sforzo notevole e colpisce simultaneamente più elementi. Non solo hanno la classica artisti e programmatori, animatori e ragazzi di produzione, abbiamo alcuni eccellenti musicisti, ma anche economisti e storici. Abbiamo dovuto mettere su una squadra molto unico e vario. Non credo che ci siano altri tipi di giochi video molto divertente da fare novità total war rome II.

I Simpson Il AssemblyMa creativo c’è ancora qualcosa che ti piacerebbe vedere implementata nella serie, ma al momento non è ancora possibile ottenere? O per periodi di tempo specifici che si desidera coprire novità total war rome II.
Quindi, in termini di epoche si parla sempre molto tempo per decidere cosa coprire da una lunga lista di periodi storici che ci piacerebbe esplorare. Io credo che prima o poi li faremo tutto, è solo una questione di ordine e di cosa fare prima. Tra le altre cose, come avrete notato, ormai spesso anche tornare indietro perché magari durante la discussione ci rendiamo conto che la potenza del PC ora ci permette di affrontare meglio momenti storici che abbiamo già coperto in passato. Ma in termini di elementi del gioco, non sono ancora completamente soddisfatto del realismo sul campo di battaglia che non è “uno”, quello che è successo in passato. D’altra parte possiamo fare non è quello di mettere a terra duecento o trecento mila uomini. Ci sono troppi. Ma credo che abbiamo raggiunto un quasi perfetto per essere in grado di controllare e gestire in modo anche in questo caso è solo una questione di tempo. Se si considera che ogni pochi anni i numeri raddoppiati, ci arriveremo prima o poi.

I Simpson Il AssemblyAvete creativa mai pensato a un Total War ambientato nel futuro o in epoca moderna?

novità total war rome II Beh, è ​​sulla lista di cui ti ho parlato prima, ma piuttosto in fondo alla lista. Ci sono diverse cose che fanno giochi ambientati in tempi storici realmente esistiti che li rendono più facile da raggiungere. È possibile utilizzare la realtà come il modello principale e sono anche più facili da bilanciare, da un punto di vista strategico. Alla fine, si parte dagli elementi, le unità e gli edifici che esistono veramente e hanno certi valori sul campo di battaglia, perché altrimenti la storia sarebbe finita diversamente. Così gli eserciti sono equilibrati ei confini sono nel posto giusto e finché la nostra simulazione di individui sul campo di battaglia è corretto, il risultato è un gameplay bilanciato in modo ragionevole. Ecco perché lo sviluppo è molto più semplice. Probabilmente uno completamente inventata è più difficile da attuare …

Perché … devi creare tutto da zero e quindi bilanciare ogni elemento?
… Esattamente. Bisogna inventare.

LA STORIA DEL SOFTWARE HOUSE Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War novità total war rome II

novità total war rome II I Simpson The Creative Assembly The Creative Assembly è uno sviluppatore britannico fondato il 18 agosto 1987 nella cittadina di Horsham nel West Sussex da Tim Ansell, un ex programmatore di videogiochi che hanno contribuito alla liberazione di alcuni titoli per Amstrad CPC, Commodore 64 e Atari 800. Ansell inizialmente perseguito l’idea di mantenere lo sviluppatore di dimensioni piuttosto ridotte per poter lavorare personalmente su ciascun titolo come programmatore. I primi titoli sono state fatte da alcuni porting Amiga e ZX Spectrum in DOS come Stunt Car Racer da Geoff Crammond e Shadow of the Beast Psygnosis. Dal 1993, The Creative Assembly ha iniziato a lavorare con Electronic Arts per la produzione di una serie di titoli sportivi come i primi giochi FIFA in base alla Rugby World Cup, il gioco ufficiale della Coppa del Mondo di Cricket e anche alcuni titoli basati sull’Australian Football League. A quel punto è diventato chiaro che la società aveva bisogno di espandersi e Ansell ha preso Michael Simpson nel 1996 come Studio Director. Simpson ha avuto un passato da progettista di microchip e in un attimo potrebbe trasformarsi in un ottimo game designer di realizzare solo la base per la serie Total War. Nel marzo del 2005, The Creative Assembly è stata acquistata da publisher SEGA diventando una filiale europea e di ottenere fondi sufficienti per aprire un secondo studio di sviluppo, SEGA Studios Australia, Fortitude Valley, Queensland.

Ma non hai mai avuto il desiderio di fare qualcosa di diverso? Affrontare nuovi generi o creare un altro franchise novità total war rome II?

novità total war rome II Bene, noi stiamo facendo un po ‘di cose diverse e altrettanto interessante. Abbiamo annunciato un MOBA, un Battle Arena insieme stile di gioco nell’universo di Total War. E ‘praticamente un altro tipo perché, invece di essere una lunga strategica per affrontare, propone una molto brevi battaglie, da dieci a quindici minuti al massimo in una modalità multiplayer tutti contro tutti. E ‘qualcosa di molto particolare e interessante e alla fine ci siamo ritrovati a dedicare molta più attenzione allo sviluppo rispetto a quello che avevamo immaginato all’inizio, quasi come se fosse un normale capitolo della serie.

novità total war rome II Ho fatto questa domanda perché in passato hanno provato a fare altre cose, ma sulla console. Posso pensare di Stormrise o vichingo …
Stormrise … no aspetta è un altro discorso, perché non eravamo adeguatamente noi. Abbiamo avuto questo studio australiano ed è stato trattato in una delle loro creazioni, perché ad un certo punto hanno detto che non volevano più lavorare su Total War, ma volevano fare qualcosa di loro …

novità total war rome II Ok … è vero vichingo, ma l’avete fatto solo voi …
Il discorso è un po ‘più complessa. Inside The Creative Assembly ci sono sempre state due squadre. Quando sono entrato ho avuto questi cinque ragazzi che stavano lavorando su titoli sportivi di Electronic Arts e poi continuato in parallelo realizzazione spartana, vichingo e un titolo dedicato alla Alien … Giochi d’azione per console. E ‘come avere due studi diversi e separati.

I Simpson Il AssemblyE creativa vi è alcuna interazione tra di voi?

novità total war rome II Come no? Abbiamo la stessa cucina, che vediamo ogni giorno, teniamo traccia del lavoro che stiamo facendo. Quindi sì, interagiamo. Ma non ci scambiamo un sacco di più tecnologia. L’abbiamo fatto una volta, ma con il tempo ci siamo allontanati su questo fronte. D’altra parte ci scambiamo un sacco di idee. Ad esempio, ci sono stati un paio di ragazzi estremamente interessati alle tecniche di pathfinding [il codice necessario per gestire il movimento di un auto da un punto A a un punto B], e hanno condiviso con noi le loro conoscenze su come migliorare in modo significativo il codice che abbiamo usato una volta.

novità total war rome II Ma stai ancora pensando solo alla serie Total War …
Sì. Assolutamente.

E … non vorrebbe provare a fare altro. Lo chiedo perché in questi ultimi anni molti personaggi del mondo dei videogiochi hanno cercato di saltare su cose completamente nuovo magari anche in uscita dalle aziende di software che hanno contribuito a creare. Mi viene in mente di Peter Molyneux [fondatore della Bullfrog e Lionhead oggi in 22 lattine] dicendo che ha cercato di dare il tutto per sperimentare altre cose …
novità total war rome II Non con grandi risultati … Devo aggiungere [ride] …

Total War: Rome II – Video “Giochiamo” sulla Campagna Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War

 

Novità Total War Rome II - Intervista Michael Simpson Novità Total War

Total War: Rome II – Video “Giochiamo” sulla Campagna Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War

 

Novità Total War Rome II - Intervista Michael Simpson Novità Total War

Hai ragione. E ‘un periodo molto strano della storia …
Direi di più interessante di ogni altra cosa. Soprattutto per quanto riguarda le cose strategiche stanno accadendo molto interessante. Da Facebook, per esempio, dove c’è la mia diciassettenne nipote che interpreta l’ignaro strategico che appartengono a questo genere. E ‘iniziato da lì e ora ha giocato Clash of Clans su iPhone, che è ancora piuttosto hardcore come strategica. Ci sono 300 milioni di persone che potrebbero fare lo stesso e alla fine ottenere sul mio PC per giocare il gioco. E ‘solo una questione di tempo.

Provo a chiederti di Warhammer, perché so che stiamo lavorando …
Sì … abbiamo la licenza nel nostro studio …

I Simpson The Creative Assembly … ma credo che tu non puoi dirmi nulla su …
Esattamente. Questo non è il posto giusto o il tempo per parlarne.

Va bene, allora vi chiedo che cosa ci si può aspettare dopo Roma II. Rilascerà espansioni, DLC o qualcosa d’altro?
Ebbene sì per forza. Ora i tempi sono cambiati: non è possibile rilasciare un gioco e poi passare a qualcosa d’altro. Lavoreremo su Roma II per almeno un altro paio di anni. Aggiornamenti Rilasciare, a volte il DLC …

novità total war rome II Ma possiamo anche aspettare alcune espansioni vere?

In realtà non abbiamo ancora deciso su di esso. Sicuramente c’è un sacco di materiale da cui attingere ed è ovvio che i giocatori vogliono nuovi contenuti. E proveremo a dargli più a lungo possibile.

E per quanto riguarda la serie principale? Possiamo aspettarci un nuovo capitolo inedito o meglio ancora un altro sequel? Forse un Shogun III?
Guarda io non credo che faremo mai qualcosa con un tre alla fine. Non mi piace questa idea. Forse prima o poi ti spacco questa regola mi sono dato, ma non per i prossimi dieci anni. Ci sono tante altre cose che posso fare prima.

LE ORIGINI DEL MITO Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War

La Simpson della serie Total War di The Creative Assembly è stata fondata nel 2000 con l’uscita di Shogun: Total War e si compone di otto capitoli se si tiene conto della imminente Total War: Rome II. Con una precisione svizzera The Creative Assembly è stato in grado di sviluppare e rilasciare un nuovo capitolo ogni due anni, con solo tre eccezioni. Così abbiamo avuto nel 2002, medievale, nel 2004, il primo di Roma, Medieval II nel 2006, quindi tre anni dopo, Empire: Total War, probabilmente il più grande capitolo della serie, anche se questo non ha portato ad essere la più apprezzata dal pubblica. Appena un anno dopo è stata la volta di Napoleone, e ancora solo 12 mesi dopo il suo arrivo sul mercato di Total War: Shogun II, i marcatori di capitoli, tra le altre cose, la trasformazione del titolo Total War che diventa il prefisso al nome di ‘episodio. Nel 2013 sarà la volta di Roma II. C’erano anche alcune serie spin-off. Spartan: Total Warrior è stato l’arrivo della console sviluppatore mentre Battles Total War: Shogun segnato lo sbarco, certamente più successo su piattaforme mobili. Infine, vi è Total War: Arena, il cui titolo è ancora visto molto poco e che è attualmente in fase di beta chiusa. Sarà il primo titolo dello sviluppatore tentare la via del libero di giocare che offre un mix tra uno strategico in tempo reale classico e l’ultima generazione di un MOBA.

Pensi che sia possibile che con la prossima generazione potremo finalmente vedere un Total War su console?
Guarda, penso che ci sono tre ragioni che spiegano perché in passato non abbiamo visto molte console strategica. Prima di tutto vi è la tecnologia: non c’è abbastanza memoria o processore abbastanza potente per eseguire script. Poi c’è la questione dei controlli e meccanismi per la loro gestione attraverso il pad, ma questo non è un problema, è solo una questione di design e non è un progetto così complesso …

I Simpson Il AssemblyQuindi creativo secondo voi non è un problema di controlli e joypad?

Assolutamente. Se la politica su console in passato hanno sbagliato è sbagliato solo perché avevano un disegno e la cattiva gestione dei controlli. C’è bisogno di innovazioni più intelligenti. Comunque tornando a noi, la terza ragione è come i giocatori vedono i titoli per console che per PC: i computer sono usati per fare lunghe sessioni di gioco a tre ore; console è già tanto se si ottiene 30 minuti. Sono tutte cose interessanti e che dovrebbero far riflettere sul fatto che la strategica probabilmente diverso su console. E credo che tutto si risolva con un design corretto. Il motivo per cui non abbiamo potuto fare su console con un Total War è solo perché non abbiamo tempo. Abbiamo un sacco di altre cose da fare se si pensa di sviluppare questa II PC Roma ci sono voluti solo due anni. E poi ci sono i DLC e le patch … e poi lavoreremo sul prossimo progetto.

Penso che al momento non vi è una vera e propria corsa per uscire dalla console. Blizzard cerca per Diablo III …
Sì, lo so. Si tratta di una delle ultime cose che vogliamo fare, semplicemente perché non siamo in grado di fare tutto. Dobbiamo scegliere su cosa lavorare, non siamo una software house enorme. Io non posso dire nulla su come affrontare il problema …

Ma … mi puoi dire che prima o poi si arriverà anche su console?

Sì, non è più impossibile. Prima era semplicemente impossibile, ora non è più.

SEGA ha rilasciato da poco Company of Heroes 2, uno più strategico e penso che l’unico vero difetto che affligge il gioco sulla storia e la finzione, e come si collega al gameplay. Dal momento che la nuova Roma II avrà una grande attenzione per la componente narrativa, c’è il rischio che ci potrebbe essere lo stesso problema perché magari lasciare fuori il gameplay?
No, non credo solo perché è ancora due giochi molto diversi in termini di strategia. La nostra è praticamente una sandbox: si ha la posizione di partenza e poi si può fare quello che vuoi. Costruisci il tuo impero, scegliere le battaglie si vuole combattere, e così via. Si svolge su una vasta area e in un periodo storico piuttosto grande. Siamo ben consapevoli che il tempo a disposizione del giocatore è molto prezioso e non possiamo perdere troppo con la storia e la necessità di raccontarla. Mi auguro che ciò che mettiamo nel gioco è abbastanza: abbiamo voluto raccontare gli intrighi di economia politica di Roma antica, ma non volevamo che il giocatore a passare troppo tempo su questo aspetto perché non è parte del “core” del gioco. Il gioco in sé è nella costruzione dell’impero e nella tattica di battaglie. Dobbiamo stare molto attenti a concentrarsi troppo sulla storia.

Total War: Rome II – Trailer “Find a Way” sulle battaglie di Annibale
Total War: Rome II – Trailer “Find a Way” sulle battaglie di Annibale

Come si fa a bilanciare il gioco da un capitolo all’altro per cercare di soddisfare sia i giocatori più hardcore, sia per tentare di raggiungere i nuovi arrivati ​​per ingrandire il vostro mercato?

 

Novità Total War Rome II - Intervista Michael Simpson Novità Total War

Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War Beh, nel frattempo, abbiamo molti livelli di difficoltà. Con quella semplice, per esempio, anche se non hai mai visto un gioco della serie Total War o hai giocato un strategica, probabilmente non è ancora possibile vincere. E ‘davvero facile. Ma comunque divertente.

I Simpson Il AssemblyMa creativo non credo che sia solo una questione di difficoltà. Di solito i giocatori più casual restano lontani dal loro concetto, perché lo ritengono troppo complesso …
Sì in effetti abbiamo bisogno di gestire la complessità, e in ogni capitolo ci indagare i modi e le possibilità per portare nuovi giocatori in serie in modo facile e immediato. Oggi, per esempio, hai provato il Prologo e avete sicuramente notato che tiene la mano per farti sapere ogni aspetto del gioco. Ti dice dove andare, cosa fare, come interagire. Poi ci sono i video tutorial e anche un consulente on-line che cerca di capire quando hai bisogno di aiuto o se qualcosa non è chiaro. In breve, abbiamo molte forme di aiuto. E non dimenticare l’enciclopedia che permette di leggere tutte le informazioni su ogni unità o edificio. Quindi c’è un sacco di sostegno su questo tema e non credo che i giocatori non possono più portare avanti la scusa di un titolo troppo complesso da gestire o anche da capire.

Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War Per chiudere quello che pensi sia cambiato nel gameplay in tutti questi anni: la prima guerra totale in ciò che sta per venire fuori?
Il gameplay di base è sempre lo stesso. Tutto ciò che hai amato del gioco originale è ancora lì a decidere le dimensioni del tuo impero, costruire cose che avete bisogno, uscire e conquistare. Naturalmente nel tempo abbiamo aumentato il livello di dettaglio e di alcune proprietà meccaniche sono state modificate, come ad esempio la navigazione. In breve, credo che il gioco è familiare ai veterani, ma allo stesso tempo completamente nuovo. Lo so che è una risposta intelligente … [Ride]

Grazie mille per il vostro tempo. Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War
Grazie a voi per le domande. Novità Total War Rome II – Intervista Michael Simpson Novità Total War

Previous Entries IL FILM DELLO SLENDERMAN!! - #Favirisponde Next Entries Total war Rome 2 news - interview Michael Simpson