Animal Crossing New Leaf recensione

Animal Crossing New Leaf recensione

Animal Crossing New Leaf Dopo sette lunghi anni, l’Animal Crossing franchise torna nel vecchio continente con un nuovo capitolo, il forte successo di vendite stratosferico era nella terra del Sol Levante. Dopo otto mesi, e con più di tre milioni di copie vendute nel retro, Nintendo è pronta a lanciare il titolo che si concluderà con gli ottimi fiocchi di primavera del 3DS, che da marzo a questa parte portavano fuori di alto livello in grado di raccogliere entusiasta consensi di pubblico e di critica. Animal Crossing New Leaf arriva nei negozi con una formula fortemente ancorato alla sua concezione originaria, ma che promette di dare nuova vita al brand, sempre rimasta fedele a se stessa dal suo debutto sul mercato. Il titolo per Gamecube, uscito quasi dieci anni fa, sono riusciti a creare un nuovo genere di gioco, lanciare un incantesimo legioni di fan in grado di spendere decine di ore in loro virtuali tranquilli villaggi. Sarà il nuovo arrivato a ricreare quella magia Animal Crossing New Leaf?

Animal Crossing New Leaf

 

Arrivando in città! Animal Crossing New Leaf

Animal Crossing New Leaf Inutile girarci intorno, un franchising come Animal Crossing amano o si odiano. Cose da dire ci sono un sacco di giocare e scoprire ancora di più, ma bisogna pur cominciare da qualche parte. Proprio volendo sintetizzare Crossing in una definizione di animali, si potrebbe dire che è un simulatore di vita alternativo, in grado di trasportare il giocatore in un mondo popolato da tanti colorati e spensierati animali antropomorfi che vivono in armonia nel loro grazioso borgo, dove il passaggio del tempo è l’unico contatto con il mondo reale. Impostare la data e l’ora di inizio del gioco, la console si accende se saremo a mezzogiorno nel mezzo della giornata e ottenere il lavoro fatto, mentre alle undici di sera, i negozi saranno chiusi e il nostro compagno cittadini già sotto le coperte Animal Crossing New Leaf.
New Leaf inizierà con il viaggio inevitabile per la città nuova, questa volta in treno, dove siamo azienda Girolamo, gatto loquace tanto da impiccione che vuole sapere tutto di noi. Nome, età, genere e di tutte le informazioni necessarie per mascherare conversazione modificando il carattere. Una volta in cima troviamo da un top-notch e del tutto inaspettato. Visualizza la scomparsa del vecchio Tortimer dall’attività politica, gli abitanti si sono riuniti per eleggere il nuovo sindaco e, a sorpresa, la scelta è caduta proprio sul nuovo arrivato. L’annuncio è stato fatto Fluffy, elegante gatto pettinata con un delizioso chignon, e il segretario personale del sindaco.
Metabolizzato la notizia, prima di prendere possesso del Palazzo Comunale che abbiamo per ottenere un alloggio, e guidandolo in soccorso, per così dire, troviamo Tom Nook, disposti a offrire a prezzi accessibili “vantaggiosa” un piccolo appartamento con cui iniziare la nostra nuova vita in città. Questo primo incontro immediatamente evidenzia quali sono i capisaldi del titolo: si ottiene nulla per libero e le stelle, la moneta virtuale utilizzata nel gioco, che vanno guadagnate con costanza e sudore della fronte. La presenza di Nook e il suo ruolo in Animal Crossing New Leaf rappresentano il principale punto di contatto con i titoli precedenti, dove l’espansione della casa, la sua decorazione e la personalizzazione sono stati i pilastri su cui poggiava l’offerta ludica. Tuttavia, il nuovo ruolo che stiamo andando a coprire, la presenza di una strada piena di negozi tutti diversi e originali e una nuova area gioco sono gustose introduzioni volte a portare una ventata d’aria fresca alla serie. Accumulare stelline rimarranno il principale obiettivo del giocatore, ma come ci sono molti modi per aumentare il tuo conto in banca, questa volta non ci sono così tanti da drenare Animal Crossing New Leaf.

 

Debito su debito Animal Crossing New Leaf

Per offrire varietà in questo senso è il nostro ruolo di sindaco, grande novità di questo capitolo: a occupare il municipio ci mette in grado di decidere quali opere pubbliche della Commissione e adottare tali ordinanze, ampliando la gamma di possibilità offerte al giocatore. Nel primo caso abbiamo infrastrutture sia più costosa e complessa come ponti e fontane, è l’arredo urbano più comune fatta di lampioni, panchine e molto altro ancora. La scelta viene effettuata sul nuovo edificio da costruire, Fluffy ci porterà in giro per la città per scegliere il posto migliore per iniziare i lavori di costruzione. Una di loro diretta volontà Gironio, che sarà anche raccogliere le donazioni degli altri personaggi per la realizzazione del progetto. Tuttavia, il contributo dei cittadini non è paragonabile a quello che dovremmo sborsare per vedere il progetto realizzato, evidenziando quanto più Animal Crossing New Leaf è troppo vicino al concetto di debiti simulatore emersa con forza negli altri capitoli della serie.
Le ordinanze invece intervenire sullo stile di vita degli abitanti: possiamo decidere di chiudere i negozi dopo, aumentare le attività svolte al mattino, aumentare il costo in stelle di oggetti acquistati e venduti o migliorare le condizioni dell’ambiente naturale che circonda noi. Il ruolo delle ordinanze per l’economia del gioco non è così marcato come quello delle opere pubbliche, ma col senno di poi avere un ruolo importante nella personalizzazione del gioco alle esigenze del giocatore. Considerando il flusso del tempo simile a quella del mondo reale, come ad esempio coloro che non hanno tempo da dedicare al gioco durante il giorno troveranno vantaggi nel muoversi orari di negozi e di trovarli aperti anche dopo l’ora di cena Animal Crossing New Leaf.
Quando ha analizzato in modo più approfondito, la posizione del sindaco si rivela essere una introduzione molto gradito, offrendo varietà e rendere il gioco ancora più coinvolgente e ricca dei loro predecessori, ma non si può negare l’importanza data a come il denaro è maggiore del solito . Anche le ordinanze soffrono gli stessi problemi di opere pubbliche: ci siamo sobbarcarci il costo complessivo necessario per farli entrare in vigore, imprigionato in una raccolta di routine e la vendita di frutta, insetti e pesci ancora più pressanti, data l’abbondanza di mobili e abbigliamento che si possono comprare nei negozi di Animal Crossing New Leaf. Un vero peccato, soprattutto perché questa filosofia influenza negativamente le prime ore di gioco, dove l’attività di raccolta e di vendita diventa ancora più stretto, data la limitata disponibilità di fondi e l’alto costo delle attività offerte. Questo ciclo di azioni ripetitive può essere sia noioso e scoraggiare chi si avvicina per la prima volta in Animal Crossing, e che è un veterano della serie, ma ha lottato per vedere la notizia durante le prime ore di gioco. Tuttavia, dopo i primi giorni e ottenuto la nostra piccola amata casa, il titolo comincia ad impegnarsi nel vero senso della parola, l’apertura di un nuovo mondo che ci coinvolgerà in una quantità virtualmente infinita di ore Animal Crossing New Leaf.

 

Animal Crossing New Leaf

 

Un posto occupato Animal Crossing New Leaf

La realizzazione di alcune tra le più costose opere pubbliche servirà da incoraggiamento per sbloccare nuovi business e dello shopping locale, il centro nevralgico dello shopping virtuale. Qui ci sono tutti i negozi da dove è possibile acquistare mobili, abbigliamento, scarpe e accessori, nonché il prestigioso Museo della Città e il mitico Club LOL, restyling fresco dove KKSlider si riunirà di nuovo, il DJ di scelta per tutti crosser animale. La casualità degli oggetti messi in vendita e la loro disponibilità quotidiana induce ogni giocatore desideroso di visitare il loro quotidiano, spendendo montagne di stelle per afferrare gli oggetti più esclusivi per riempire le molte stanze nella loro casa virtuale.
Grazie alla visibilità data dalla carica di sindaco, ci saranno sempre al centro delle relazioni sociali, noto a tutti i cittadini che non mancheranno di chiedere consigli o favori in cambio di nuovi pezzi di arredamento o abbigliamento. Abbiamo spesso fatto riferimento ad inaugurare le nuove attività commerciali e opere pubbliche completate, ma non mancherà di raccogliere suggerimenti su come migliorare la città funziona e cosa mettere in cantiere più veloce Animal Crossing New Leaf.
Il lavoro svolto in termini di varietà di personaggi è lodevole. In questo senso, ognuno ha le proprie peculiarità e le loro abitudini ed esigenze. Spesso ci chiederà di andare a visitare la loro casa, o venire a vedere noi, soprattutto dopo aver terminato il lavoro di estensione. L’interazione con i colleghi residenti è diventato ancora più piacevole grazie all’ottimo lavoro di traduzione che i dialoghi infarcisce con carino e divertente giochi di parole intercalare. Dopo poche ore di gioco siete appassionati di simpatici animali, fino al punto di non voler passare alla fine di scoraggiare loro di andare a cercare fortuna altrove per stare un po ‘in loro compagnia Animal Crossing New Leaf recensione. Allo stesso modo la curiosità per Animal Crossing New Leaf recensione i nuovi residenti è sempre molto, e vedere chi verrà a vivere nella nuova casa in costruzione saremo accendere la console al più presto il giorno successivo.
Questo rappresenta un costante fermento di grandi cose di Animal Crossing New Leaf, che possono coinvolgere il giocatore a 360 gradi nella vita del villaggio e la gestione di tessere un legame tra il giocatore ed i suoi concittadini a cui non è difficile affezionarsi .
Il ritorno delle feste reali come il giorno di Natale, Halloween e Madre sono una gradita aggiunta, così come la presenza di un gran numero di eventi casuali che si muoverà le nostre giornate in città: i viaggiatori naufragati sulla spiaggia, camper, fornitori, veggenti dubbi poteri, arte concessionari barare, gare di pesca con premi frizzante e così via e così via Animal Crossing New Leaf.

 

Deliri di raccolta Animal Crossing New Leaf

Oltre ai festeggiamenti, New Leaf si trova anche nelle stagioni, che oltre a una grafica diversa offrono pesci e insetti tipici del periodo, costringendoci a giocare con continuità se il nostro obiettivo è quello di raccogliere tutte. Ogni volta che si cattura un nuovo esempio, possiamo decidere se vendere o donare al museo, che esporrà arricchire una collezione che comprende anche fossili e opere d’arte. I primi sono sepolti nella città, mentre il secondo è necessario acquistare dall’apposito mercante, facendo attenzione a non imporre falso. Il filo conduttore della raccolta è costante e si lega tutti gli elementi del gioco, dai mobili ai vestiti, attraverso la raccolta di frutta, la cattura di animali, la scoperta dei fossili, l’acquisto di opere d’arte e le relazioni con gli altri cittadini.
Se decidiamo di prendere una pausa da tutto questo guadagnare e spendere, si può fare una visita all’isola di Tortimer dove è estate tutto l’anno e ci sono una grande varietà di pesce, frutta e insetti assenti altrove. Siamo inoltre in grado di affrontare da soli o con gli amici per vincere trofei speciali e guadagnare moneta speciale dell’isola, necessario per l’acquisto di oggetti locali per la vendita presso il negozio locale divertenti mini-giochi Animal Crossing New Leaf.
Sempre sul multiplayer, ci sono diversi modi per vivere in compagnia Animal Crossing New Leaf. Nel Sbirciacase Quartiere, presente nella periferia di tutte le città, abbiamo la possibilità di visitare ogni casa dei giocatori incontrati attraverso StreetPass: possiamo girarli in lungo e in largo, prendendo spunti ordinazione direttamente su mobili o alcuni mobili in completi anonimati. Più articolata lo è invece la Casa del Sogno, costruendo costoso da costruire, ma che ci permette di visitare anche senza essere connessi a Internet la città con un amico. Con questa funzione si può avere l’altro sindaco del villaggio come vogliamo, perché in fondo stiamo parlando di un sogno. Il tutto è fine a se stessa, ma farà la felicità di tutti quei giocatori che hanno visto l’orario di lavoro spazzati via dai soliti vandali che hanno messo tutto sottosopra: buche ovunque, alberi sradicati e frutta rubata saranno solo un lontano ricordo. La condivisione di QR è un altro aspetto sociale del titolo: caratteristica poco conosciuta, permette di trasformare in modelli di codice creati dal giocatore e di condividerli, e applicarli sui vestiti, ombrelli, carta da parati e molto altro.
A livello tecnico, l’unica introduzione degna di nota è l’aggiunta di effetto stereo che distingue il portatile Nintendo. L’effetto 3D è in coda a quello visto in altre produzioni ed Excel senza renderlo del tutto superficiale in termini di gameplay, ma dando un maggior senso di coinvolgimento. Tecnicamente non abbiamo trovato grandi cambiamenti rispetto alla versione per Nintendo Wii: i modelli poligonali dei personaggi sono più definiti e le nuove animazioni facciali li rendono più espressivo rispetto al passato. Lo stile grafico delicato, rotondo e con una tavolozza di colori caldi e armoniosi reso l’atmosfera ancora più rilassante. La musica di sottofondo è azzeccato e contribuire alla creazione della generale atmosfera di relax e buon umore, che lo rende il titolo perfetto per un gioco solo mordi e fuggi, dopo una stressante giornata di lavoro o di studio Animal Crossing New Leaf.
Animal Crossing New Leaf è un ottimo titolo, in grado di catturare il lettore in un turbine di attività e di emozioni da cui sarà difficile staccarsi. L’introduzione della carica di sindaco riesce a far rivivere il franchise, sempre uguale a se stessa e troppo limitato nella gestione della singola abitazione. Lavori pubblici e alle ordinanze creano un coinvolgimento senza precedenti, sostenuta da personaggi ben caratterizzati nei quali è facile affezionarsi e la miriade di eventi casuali che animano la vita nella città. Le criticità non mancano mai, soprattutto nelle prime ore di gioco in cui il titolo stenta a decollare, e si erge in tutte le sue sfaccettature. Il concetto di un simulatore di debito è ancora troppo forte, e l’importanza delle stelle è troppo alto, ma per gli appassionati questo è un acquisto essenziale, ma non trova difficoltà a raccomandare agli utenti meno esperti.

Comments are closed.